Visitare il Cadore

Visitare il Cadore, una terra piena di valli pittoresche sulle Dolomiti Venete, cullata dall’incessante mormorio dei ruscelli, punteggiata da minuscole case in legno e abitazioni tradizionali.

visitare-il-cadore-a

Paesaggio cadorino da Grea, Domegge di Cadore

Oggi vi accompagniamo con le nostre immagini a visitare il Cadore, luogo ove rombano tortuosi i torrenti tra una cascata e un macigno, dove si passa continuamente dall’estasi della bellezza più pura ai paesaggi più desolati.

visitare-il-cadore-f

Una vista dal Lago di Cadore

Le località del Cadore, meta del nostro zapping tra i luoghi più belli d’Italia, sono attraversate dal fiume Piave, corso d’acqua che nasce sulle Dolomiti Venete a 2307 metri di alteza e dopo 220 chilometri sfocia nell’Adriatico. Anche lui è stato protagonista delle località del Cadore, soprattutto durante la Prima Guerra Mondiale.

Visitare il Cadore significa lasciarsi inoltrarsi in un territorio dipinto da pittori come Tiziano, nato proprio a Pieve di Cadore, o decantato da Giosuè Carducci in alcuni suoi versi.

Decidiamo dunque di visitare il Cadore e le sue valli sulle Dolomiti Venete, ciascuna delle quali ha un aspetto diverso e, ad ogni svolta di strada, un panorama nuovo ci viene proposto. Bellezze incancellabili dallo scorrere del tempo si celano dietro ogni angolo per una tradizione che affonda le sue origini a migliaia di anni fa.

Lo stemma delle località del Cadore

visitare-il-cadore-b

Lo stemma del Cadore, le torri e gli alberi…

Una terra questa sulle Dolomiti Venete che ha un fregio tutto particolare, uno stemma formato da due torri con in mezzo un abete legato alle medesime per mezzo di una catena. Lo stemma delle località del Cadore ricorda infatti i castelli di Pieve di Cadore e Cortina d’Ampezzo e vogliono rappresentare l’antica potenza e nobiltà di questi luoghi di montagna. L’abete vuol indicare l’animo retto, nobile ed elevato della gente stabilitasi in questa suggestive valli dove i paesaggi dolomitici certamente non mancano.

Perché visitare il Cadore?

Gli appassionati della montagna certamente devono visitare il Cadore. Solo qui si cela infatti la possibilità dell’amena passeggiata o della più audace delle arrampicate. Le Alpi, qui chiamate Cadorine, appartengono alle Alpi Tridentine e Carniche che possiamo definire come Dolomiti Venete e Friulane. Si chiamano Dolomiti Venete proprio dal nome del naturalista De Dolomieu, XVIII secolo, che scoprì le mescolanze di carbonato di calcio e magnesio di queste pallide rocce. Le cime più alte sono il Monte Antelao (3263 metri) il Cristallo (3216 m.) il Sorapìs (3205 m.) il Monte Pelmo e le Marmarole che fanno da suggestiva cornice al Lago di Cadore, nel comune di Calalzo di Cadore.

visitare-il-cadore-c

Un paesaggio alpino dal Lago di Cadore

Visitare il Cadore: il Centro Cadore

Il Piave prima di incontrare il fiume Boite, attraversa quella che è considerata la più bella delle valli delle Dolomiti Venete. La Val del Boite è un’ampia e magnifica conca dove prati e boschi, paesi e casolari, luci e ombre si fondono in una stupenda sinfonia che dai riflessi verdazzurri del lago di cadore cresce fino alle cime delle Dolomiti Venete.

Paesaggi dolomitici straordinari per un’abbondanza cromatica senza pari. Si può visitare il Cadore senza mai stancarsi, esplorando sentieri o semplicemente indugiando all’ombra di eccelsi alberi meditando, riposando o leggendo un libro.

visitare-il-cadore-d

Una vista da Calalzo di Cadore sugli Spalti di Thor

In questo clima di serenità, in queste incantevoli località del Cadore dove il sole sfida le più alte vette delle Dolomiti Venete, antiche popolazioni hanno creato i primi casolari diventati, nei secoli, il comune di Calalzo di Cadore, di Domegge di Cadore, di Lozzo, Vigo, San Vito, Borca di Cadore

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio