Villa dei Misteri Pompei

Oltre ad essere uno degli edifici più estesi, Villa dei Misteri è nota per essere la struttura con il maggior numero di dipinti meglio conservati all’interno degli scavi di Pompei. Alle spalle della villa, il Vesuvio…!

Villa-dei-misteri-a

Il tetto della Villa dei Misteri di Pompei e il Vesuvio sullo Sfondo

Il primo impianto della Villa dei Misteri a Pompei risale al II sec. a.C ma successivamente subì diverse trasformazioni e ampliamenti. La villa, nata come dimora signorile, raggiunse il suo grande splendore in età augustea entrando a far parte del dominio imperiale. Successivamente al terremoto del 62 d.C. dopo essere caduta nelle mani di mercanti senza scrupolo, la villa diventò proprietà di alcuni personaggi appartenenti alla famiglia degli Istacidi.

villa-dei-misteri-pompei-c

Molti degli affreschi della Villa dei Misteri sono ancora in buone condizioni

Le pitture della Villa dei Misteri Pompei

L’eruzione del Vesuvio purtroppo ha seppellito gran parte degli oggetti, ma ha lasciato miracolosamente intatte le pitture della Villa. Un artista campano del I sec. a.C. ha dipinto, con la tecnica della megalographia, tutte le pareti con personaggi a grandezza naturale. Quasi certamente la padrona di casa, seguace o addirittura sacerdotessa di Bacco, ha commissionato all’artista questo lavoro. Colpiscono gli intensi e folgoranti colori della sequenza delle scene, le raffigurazioni occupano tre pareti della sala e ancora oggi non si è certi sull’interpretazione delle scene. Probabilmente le sequenze rappresentano momenti di un rito iniziatico al Dio Dionisio o preparativi di un matrimonio oppure uno spettacolo di mimi.

villa-dei-misteri-pompei-a

Una delle sale più belle e meglio conservate di tutta Pompei, si trova proprio nella Villa dei Misteri

In questa scena all’interno della Villa dei Misteri si vede un bambino che legge un papiro sotto lo sguardo attento di una matrona e una donna che cammina verso un gruppo di altre donne portando in mano un piatto di offerte sacre. Intorno ad un tavolo ci sono tre donne che preparano gli strumenti per la cerimonia sacrificale. Un Sileno che suona e canta volgendo lo sguardo sulla parete opposta alla coppia di Dionisio-Arianna e una Panisca che allatta una capretta.

Si scorge Dionisio in grembo a Core che assiste alla cerimonia e la fanciulla con la schiena nuda che viene fustigata per mano della ministra del dio. La giovane donna, dopo aver superato la prova della flagellazione, può gioire perché è divenuta Baccante ed è in comunione con il Dio.

Curiosità su Pompei Villa dei Misteri

In latino il termine “villa” indica la casa di campagna o la fattoria utilizzata per la produzione agricola di olio, cereali, vino ecc. La Villa dei Misteri era quindi una domus, una residenza signorile posizionata fuori dalle mura della città.

La Villa dei Misteri a Pompei, edificata nel II sec. a. C., sorgeva in una posizione strategica, molto panoramica e vantava oltre sessanta ambienti tra camere e locali. Non si hanno molte notizie sul proprietario della Villa, l’unica notizia certa è che in età augustea venne custodita dal liberto Zosimo.

 

Manuela Cosentini

Nasce a Novara, si trasferisce in tenera età a Baronissi. E’ laureata in lettere classiche ed è una docente di latino e italiano. Tra i suoi hobby la lettura, la fotografia e il trekking.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio