Rifugio Chiggiato, tra gli spalti delle Marmarole

Il Rifugio Chiggiato si trova nel Comune di Calalzo di Cadore, a quota 1911 metri sul livello del mare. Si tratta di una struttura di montagna attrezzata per riceve ospiti ed escursionisti che si avventurano tra le Dolomiti del Cadore.

rifugio-chiggiato-a

Foto del Rifugio Chiggiato

Come raggiungere il Rifugio Chiggiato

Info e storia

Itinerari dal Rifugio Chiggiato

(1 giorno)(2 giorni) (3 giorni)

Vista e foto del Chiggiato

Contatti

Cosa vedere nei dintorni

Il libro sul Rifugio


Il Rifugio Chiggiato è uno dei più suggestivi rifugi di Cadore situato alla base delle Marmarole. Siamo nell’alto bellunese, in Veneto, non molto lontani dalla rinomata Cortina d’Ampezzo.

Dimentichiamoci le boutiques e i negozietti tipici di questa affollata località del Cadore e avventuriamoci, partendo da Calalzo di Cadore, per i sentieri che portano al Rifugio Chiggiato.

Rifugio Chiggiato, accessi dai sentieri CAI 260 e 261

I possibili accessi al Rifugio Chiggiato sono due partendo da Calalzo di Cadore. Da qui il dislivello del Rifugio Chiggiato è di circa 1100 metri. La nostra meta, infatti, si trova a quota 1911 metri!

funghi-tra-i-sentieri-del-chiggiato

Gli enormi funghi dei boschi che portano al Rifugio Chiggiato

  • SENTIERO CAI 260

    Un cartello poco distante dalla Chiesetta del Caravaggio recita “si tratta di un percorso adatto a chi ha motore nelle gambe“. E’ possibile parcheggiare al Bar degli Alpini, vicino la caratteristica chiesetta, oppure proseguire fino al Ristorante la Pineta e alla frazione Praciadelan.
    Il sentiero è ben segnalato e permette di raggiungere il Rifugio Chiggiato in circa 2 ore e 30 minuti. Il percorso, esposto su alcuni tratti non è adatto a chi soffre di vertigini o a chi è fuori allenamento, dato che tra i due è il più rapido ma allo stesso tempo il più ripido!

  • SENTIERO CAI 261

    Dal bar degli Alpini è possibile proseguire in macchina prendendo il sentiero segnalato sulla destra, per parcheggiare Alla Stua. Qui si prosegue a piedi ed un bivio ci indica la doppia destinazione: Rifugio Baion e Chiggiato. Al bivio si prosegue a sinistra, per una splendida passeggiata di circa 2 ore tra boschi di faggi ed abeti. Si tratta del sentiero più comodo e meno ripido, consigliato anche a chi non è particolarmente allenato.

Rifugio Chiggiato, informazioni e storia

rifugio-chiggiato-calalzo

Calalzo vista dal Rifugio Chiggiato

Il Rifugio Chiggiato, il cui nome è Rifugio Dino e Giovanni Chiggiato, fu creato nel 1926 sul Monte Pianezze. Porta il nome dell’alpinista Giovanni Chiggiato, compagno di scalate dei fratelli Fanton.

Furono le donne di Calalzo a trasportare in quota, con le gerle, i materiali per edificare il rifugio.

Durante il tragitto, per non sprecare tempo, lavoravano all’uncinetto. Che donne!

Il Rifugio Chiggiato oggi può ospitare visitatori ed escursionisti ed è perfettamente attrezzato come ristorante e struttura ricettiva. E’ possibile soggiornare in varie formule: semplice pranzo, mezza pensione e due mezze pensioni. Per ciascuna di queste è consigliato un itinerario dal rifugio Chiggiato.

Itinerario da completare in giornata

rifugio-chiggiato-itinerario-1-giorno

Itinerario di 1 giorno, con pranzo al Rifugio Chiggiato

Per chi vuole pranzare al Rifugio Chiggiato, la mappa per l’itinerario consiglia di fare il giro ad Anello per la Val d’Oten. Si parte dalla Chiesetta del Caravaggio, si prende il sentiero CAI 260 e si scende poi per il 261. Consigliato per chi non soffre di vertigini.

Mappa del Rifugio Chiggiato con itinerario di 2 giorni

rifugio-chiggiato-mappa-2-giorni

Itinerario di 2 giorni dal rifugio alpino

Il percorso è molto simile al precedente. Avendo un giorno in più a disposizione è possibile completare il giro ad anello nella Val D’Oten ed ammirare la splendida Cascata delle Pile, poco distante dal gigantesco Monte Antelao

Itinerario di 3 giorni dal Rifugio Chiggiato

mappa-rifugio-chiggiato-3-giorni

L’itinerario di 3 giorni dal Rifugio Chiggiato

Per chi decide di dormire due notti al rifugio è possibile prendere il sentiero CAI 262 per visitare il Rifugio Baion, a 1828 metri. Si continua per il sentiero 272 fino al rifugio Cairedo e si scende per il percorso CAI 28. Si passa da Casera D’Aiaron e si ritorna al Rifugio Chiggiato con il 261.

Cosa si vede dal Rifugio Chiggiato?

Per chi si stia chiedendo quale sia la vista dal Rifugio Chiggiato, ecco una foto molto esplicativa.

marmarole-dolomiti-del-cadore-a

Paroramica del versante sud delle Marmarole dal Rifugio Chiggiato

Ci troviamo qui su una terrazza naturale dove è possibile ammirare il gruppo delle Marmarole, tra le più belle Dolomiti Venete. Verso sud-ovest si erge imponente il massiccio dell’Antelao con i suoi oltre 3.200 metri di altezza e i suoi splendidi ghiacciai perenni. Si vedono inoltre le montagne di Cibiana di Cadore, gli Spalti, il Cridola, la catena del Tudaio, il Peralba e la Cresta di Confine.

Come prenotare al Rifugio Chiggiato

E’ possibile contattare i gestori del Rifugio Chiggiato tutto l’anno ai numeri  – 329/0757808 Barbara – 346/1817182 Omar. Per prenotare un posto letto o per informazioni è possibile anche prenotare online.

Un libro per saperne di più…

calalzo-ciclabile-dolomiti

Cosa vedere nei dintorni

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio