La Repubblica di Amalfi, la storia della costiera

Visitare la Costiera Amalfitana significa anche conoscere e indagare sulle varie tappe storiche che hanno permesso all’antica Repubblica di Amalfi di essere ricordata per il suo splendore.

repubblica-di-amalfi-a

Uno scorcio dal basso di Amalfi, città di storia, arte e tradizioni

Amalfi e i numerosi paesi della Costiera Amalfitana rappresentano oggi uno dei territori maggiormente rinomati e meta di milioni di turisti ogni anno. Visitare Amalfi significare esplorare un borgo ricco di straordinari beni architettonici, come il caratteristico Duomo di Amalfi, o assaggiare profumi e sapori di prodotti tipici della costiera amalfitana, come i gustosi limoni di Amalfi.

Visitare la Costiera Amalfitana significa anche scoprire come si è materializzata la grandezza e lo splendore dell’Antica Repubblica di Amalfi, capirne la storia, l’evoluzione e cosa provocò il suo lento declino nel corso dei secoli.

L’ascesa dell’Antica Repubblica di Amalfi

L’ascesa della Repubblica di Amalfi inizia nell’839 quando si ribella alla sottomissione salernitana così da permettere, nel X secolo l’espansione commerciale e marinara della città. L’antica Repubblica di Amalfi concretizzò questo sviluppo economico nel cosiddetto “ciclo triangolare”: gli amalfitani scambiarono le loro merci con l’oro degli Arabi per poter acquistare con esso pietre preziose e tessuti pregiati a Bisanzio e rivenderli nei principali porti italiani.

L’importanza della Repubblica marinara di Amalfi fu testimoniata dalla stipulazione di accordi commerciali con le altre Repubbliche Marinare italiane come Pisa e Genova nel 1126 e nel 1128.

repubblica-di-amalfi-b

La gloriosa storia di Amalfi e della sua Repubblica

La Repubblica di Amalfi e le Tavole Amalfitane

Una delle massime espressioni dell’espansione commerciale e culturale dell’Antica Repubblica di Amalfi è rappresentata dalle Tavole Amalfitane, leggi della Repubblica applicate in tutto il Mediterraneo in riferimento alle norme commerciali.

Le leggi del codice, applicate fino al Cinquecento, trattavano tutte le norme della navigazione, tutti gli obblighi del capitano e dei marinai e le assicurazioni da pagare; oggi le tavole amalfitane sono conservate nel Salone d’Onore del Municipio cittadino.

repubblica-di-amalfi-d

La storia di Amalfi, Repubblica e gloria da un oblò

L’autonomia dell’Antica Repubblica di Amalfi

L’antica Repubblica di Amalfi era governata inizialmente da due prefetti annuali, poi da giudici e, in seguito, da un doge confermato sempre dall’Imperatore d’Oriente; questo controllo era soltanto nominale perché Amalfi aveva ottenuto un’autonomia di fatto con un sistema giuridico ed economico propri e grazie a una moneta propria.

Diventata una capitale del mare, Amalfi assunse un carattere decisamente cosmopolita: Greci, Arabi e Bizantini si stabilirono nella città lasciando tracce indelebili del loro passaggio.

Infatti, oggi, nel visitare la Costiera Amalfitana e Amalfi si possono riscontrare testimonianze architettoniche di elementi ellenici, arabi e bizantini che caratterizzano le chiese, i monasteri e i palazzi nobiliari presenti nel territorio.

repubblica-di-amalfi-c

La storia di Amalfi si perpetua nelle sue tradizioni millenarie

Visitare la Costiera Amalfitana permette dunque di entrare in contatto e conoscere aspetti della vita e della cultura di civiltà e popolazioni oggi distanti ma, un tempo, coesistenti in questi meravigliosi luoghi.

Foto di Harold Litwiler | Giuseppe Milo | Fabio Gismondi | Jane Drumsara

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio