L’Oasi di Persano – il paradiso della fotografia naturalistica

L’Oasi di Persano è inserita all’interno dei Siti di Importanza Comunitaria per la sua straordinaria valenza ambientale che la rendono l’orgoglio della provincia di Salerno.


Come arrivare all’Oasi di Persano

La flora

La fauna

Orari di apertura

Mappa dell’Oasi di Persano

Cosa vedere nei dintorni


oasi-di-Persano

L’Oasi di Persano

 

Come arrivare all’Oasi di Persano a Serre

Situata nella parte alta della Piana del Sele, tra i comuni di Serre e Campagna, in provincia di Salerno, l’Oasi di Persano è un eccezionale ambiente umido dove trovano spazio numerosissime specie animali e vegetali. Siamo a Serre, una frazione oltre la quale si aprono campi e lunghe distese verdi che segnano il confine con il territorio del Parco del Cilento.

Noi abbiamo preferito un mezzo sostenibile e sano: la nostra passeggiata parte in bicicletta dal Comune di Battipaglia, passando per il centro storico di Eboli, fino ad arrivare all’oasi. E’ possibile tuttavia arrivare a Serre in automobile prendendo l’uscita autostradale di Eboli e andando subito a destra. Il percorso è ben segnalato.

La flora dell’Oasi di Persano

Siamo alle soglie del Cilento e ambienti erbacei, arborei e arbustivi si mescolano nell’Oasi di Persano formando tre ambienti diversi: il lago, i canneti e il bosco igrofilo.

Nel video che segue, a cura di WWF Italia, tutta la magnificenza dell’oasi naturalistica di Persano.

Questa suddivisione è evidenziata ai visitatori in tre postazioni paesaggistiche, ognuna delle quali affascina con proprie peculiarità. Nelle zone lacustri, ad esempio, le piante acquatiche svolgono un ruolo fondamentale per l’alimentazione di diversi tipi di uccelli come le anatre tuffatrici e la Folaga. Nell’immagine vediamo due esemplari di Svasso, a destra c’è il più giovane nato l’ultima primavera.

oasi-di-persano-b

Una coppia di Svasso Maggiore. nell’Oasi WWF di Persano.. la madre con l’esemplare giovane

I canneti ricoprono circa un terzo della superficie lacustre, con la prevalenza di pioppi, ontani neri e salici. Nell’Oasi di Persano sono presenti ben 13 specie diverse di orchidee che colorano i prati attorno al lago. Colori e profumi unici ed emozioni che cerchiamo di trasmettere con queste fotografie.

oasi-di-persano-c

Il paesaggio mediterraneo dell’Oasi di Persano

Il paesaggio è straordinario, una natura selvaggia e molto diversa dalle altre Oasi WWF che ci hanno ospitato, come quella di Conza, nell’Alta Irpinia, o l’area naturalistica del Frassineto. C’è quel senso di quiete tipico delle riserve naturalistiche, ma qui c’è una qualche forza interiore che anima il tutto… il vento che agita le piante, le nuvole e i riflessi del sole sulla superficie del lago. Sublime Oasi di Persano.

oasi-di-persano-h

L’Oasi di Persano è un paradiso per ogni buon fotografo munito di teleobiettivo

La fauna dell’Oasi di Persano

L’oasi è il luogo di svernamento e sosta per molte specie migratrici che trovano ristoro sulle sponde del lago durante i periodi autunnali e primaverili. Centinaia di gru sorvolano l’Oasi di Persano, risalendo l’intera valle del Sele. Aironi, sgarze, svassi, nitticore, cormorani e numerosi rapaci popolano l’area, quali il falco pescatore, il nibbio reale e il nibbio bruno. Numerose anche le specie di libellule che si incontrano spostandosi da una postazione all’altro. Colori straordinari che abbiamo cercato di immortalare…

oasi-di-persano-d

Libellula fotografata nell’Oasi di Persano

oasi-di-persano-e

Una libellula fotografata sulle sponde del fiume dell’Oasi di Persano

Numerosissime le specie di anfibi: dal tritone crestato italiano al rospo comune, dalla raganella italiana alla rana verde. Nella prima fotografia vi proponiamo una scena “particolare”: un primissimo piano di un rospo e sul dorso un piccola mosca! Pranzo a sacco…

oasi-di-persano-f

Un primo piano del Rospo Comune

oasi-di-persano-g

Piccoli anfibi dell’Oasi di Persano

In quest’oasi, uno dei luoghi più belli d’Italia, siamo riusciti a scorgere nella nostra visita sia la nutria che la lontra e ci ripromettiamo di tornare in questo straordinario e selvaggio angolo di paradiso per nuove fotografie sul simbolo dell’Oasi WWF di Persano: la lontra, il mammifero terrestre più raro d’Italia.

ORARI E GIORNI DI APERTURA

Il parco è aperto tutti i mercoledì dalle 10.00 alle 17.00 per i visitatori, per le scuole e le comitive. Per prenotazioni o informazioni è possibile contattare lo staff allo 0828974684.

Cosa vedere nei dintorni

Siamo poco lontani dalla città di Eboli, il cui centro storico ospita abitazioni nobiliari seicentesche, antichi mulini in pietra. Merita certamente una visita. Nei dintorni consigliamo anche una passeggiata verso i Templi di Paestum e il litorale di Agropoli. Nelle zone ci sono tantissime aziende zootecniche dove producono la migliore mozzarella di Bufala del mondo!

Un libro per saperne di più…

oasi-di-persano-salerno

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio