MIM Belluno – Il Museo Interattivo delle Migrazioni

Il MIM di Belluno è uno dei più suggestivi musei del capoluogo veneto. Si tratta di un vero e proprio laboratorio in cui il visitatore viene accompagnato in un viaggio che parte dal vissuto delle persone, per comprendere l’essenza e la dignità di chi emigra.
mim-belluno-valigia

La valigia nel MiM Belluno, simbolo dell’emigrante

Il Museo Interattivo delle Migrazioni, il MIM di Belluno, è un grande laboratorio multimediale fondato dall’Associazione Bellunesi nel Mondo, in cui si intrecciano modernità e testimonianze di chi ha vissuto in prima persona la condizione di migrante.

Quando Albert Einstein sbarcò negli Stati Uniti da emigrante, ricevette un modulo da compilare. Tra le varie domande scritte, una chiedeva: “A quale razza appartieni?” Einstein rispose: “A quella umana”.

A pochi passi dalla stazione e dal centro storico di Belluno, la famosa frase di Einstein introduce il visitatore al Museo Interattivo delle Migrazioni. La struttura si compone di diverse sale la prima delle quali, a piano terra invita l’ospite ad una riflessione generale sul tema delle migrazioni.

La condizione del Migrante

Pannelli esplicativi con immagini, fotografie e testimonianze rapiscono l’attenzione, aprendo le porte per la complessa tematica dell’emigrazione. Perché si emigra? Dal 1876 al 1976, l’Italia è stata protagonista del più grande esodo di massa della storia moderna: 24 milioni di emigranti! Questo impressionante fenomeno ha esportato la cultura, la creatività e il genio del made in Italy nel mondo.

mim-belluno-italia

Identità e Solidarietà – Sentimenti Universali

Ma l’Italia è anche la terra per eccellenza dell’immigrazione: ieri come oggi. Basti pensare alla Serenissima Repubblica di Venezia, che apriva le proprie porte alle esperienze e culture orientali, o all’Italia di oggi con le problematiche troppo spesso sotto i riflettori.

L’emigrazione Bellunese – luci ed ombre

Il MIM Belluno ha raccolto preziosissime testimonianze di una storia che non deve cadere nell’oblio. Il museo raccoglie infatti due simboli dell’emigrazione bellunese nel mondo: il minatore e il gelatiere.

Furono gli ambulanti delle località del Cadore e dello zoldano, provenienti dalle valli delle Dolomiti, a rendere il gelato famoso nella fascia centro settentrionale dell’Europa. Prestigiose gelaterie vennero aperte in Austria, Germania, Olanda e addirittura in Argentina.

mim-belluno-dolomiti

Le valli delle emigrazioni elencate nel MiM Belluno

Dalla fine dell’800 le emigrazioni coinvolsero intere generazioni di bellunesi che si spostavano per il lavoro in miniera, spesso trattati come merce e scambiati al posto di forniture di carbone. Una storia fatta di sacrifici, rischi e di tantissime vittime.

L’emigrazione raccontata dal MiM Belluno

Il Museo Interattivo delle Migrazioni, nella sala inferiore, sposta la sua attenzione alle radici del fenomeno migratorio. Si emigrava già nel XVII secolo per lavori stagionali, spesso come ambulanti, in funzione dei ritmi pastorali della natura. Edili, carpentieri, scalpellini, boscaioli… sono una vera risorsa per la Mitteleuropa. Molte di queste testimonianze sono rimaste impresse anche sui famosi murales di Cibiana di Cadore.

Alla fine dell’XIX secolo il fenomeno divenne permanente: si emigrava verso il Sud America, in Australia e in Sud Africa in cerca di una nuova vita.

mim-belluno-ingresso

Migrazioni: la condizione umana raccontata nel MiM Belluno

Il MIM Belluno propone un viaggio attraverso mestieri, storie e racconti, per un ritorno alle radici, un salto verso ciò che hanno affrontato i nostri (non troppo lontani) antenati. Un momento per poter ricominciare a recuperare quel senso di solidarietà, che è il principio base su cui si fonda lo spirito del nostro popolo.

Orari MiM Belluno

Il Mim Belluno è aperto su prenotazione nelle seguenti giornate: lunedì, martedì, giovedì, venerdì (08,30-12,30 / 15,00-18,00) e il mercoledì solo la mattina. Sabato e domenica visite su prenotazione per gruppi superiori a 8 persone.

Per informazioni e prenotazioni: +39 0437941160 o via mail a: info@mimbelluno.it.

MiM Belluno sulla mappa

Un libro per saperne di più…

emigrazione-mim-belluno

Immagini di Associazione Bellunesi nel Mondo

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio