Località del Cadore – tra baite, tabià e paesaggi dolomitici

Tra le valli delle Dolomiti, riconosciute dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità, le località del Cadore si propongono come uno dei luoghi più belli d’Italia e del mondo. Seguiteci in questo straordinario viaggio in montagna tra sentieri naturalistici, paesaggi e piccoli borghi alpini.

Le località del Cadore – il territorio

In questo nostro viaggio tra le località del Cadore, ci troviamo in Veneto, nella sua parte più settentrionale della provincia di Belluno, fino a toccare l’Alta Pusteria e l’Austria. Sono in tanti, ogni anno, a decidere di visitare queste terre dai ricchi paesaggi dolomitici in bici e a piedi: piste ciclabili – la Lunga Via delle Dolomiti – e numerosi sentieri montani – come quello che conduce sino al rifugio Scotter – sono solo alcuni delle tante attrattive del territorio.

localita-del-cadore-c

Paesaggi straordinari si svelano ripetutamente in ogni località del Cadore

La mappa del Cadore

Come visitare le località del Cadore

Per visitare le località del Cadore è possibile usufruire dei tanti mezzi pubblici a disposizione. La stazione ferroviaria di Calalzo di Cadore è la prima tappa di questo viaggio che già in questo primo borgo sulle Dolomiti Venete ci regala numerose emozioni: l’area termale di Lagole e il Lago di Centro Cadore sono un’ispirazione unica per scattare qualche prima straordinaria fotografia.

localita-del-cadore-d

I laghi delle località del Cadore

Elenco delle località del Cadore

Il Cadore è un territorio molto ampio che può essere suddiviso in tre zone. Ciascuna di essa merita di essere visitate e le differenze si avvertono già a partire dal dialetto ladino, che presenta variazioni di comune in comune.

Comelico

Il Comelico è una zona che confina direttamente con iI Trentino e il Friuli e rappresenta la punta estrema del veneto. I comuni più importanti del Comelico sono:

  • Comelico Superiore
  • Danta
  • Santo Stefano di Cadore
  • Sappada
  • San Nicolò di Comelico
Centro Cadore

Nell’elenco delle località del Cadore siamo giunti alla zona dei laghi e delle vette Marmarole. Qui i paesaggi diventano più aspri e suggestivi con picchi e dirupi da togliere il fiato. I comuni da non perdere sono:

Val Boite

Si tratta della zona che si avvicina maggiormente all’ampezzano. Protagonisti indiscussi della zona, i due giganti cadorini: il monte Pelmo e il monte Antelao, due vette che superano i 3000 metri. Ecco i comuni della zona:

localita-del-cadore-f

La piazza centrale di Cortina d’Ampezzo

L’Ampezzano

E’ qui che indiscutibilmente troviamo la più nota località del Cadore: Cortina d’Ampezzo. Si tratta di una zona con caratteristiche piuttosto particolari anche dal punto di vista storico. Essendo stata per alcuni secoli sotto la dominazione austriaca l’accento è diverso e, va detto, non sono poche le rivalità con i vicini comuni della Val di Boite, soprattutto nei secoli scorsi.

L’ampezzano è attualmente una delle zone turistiche più rinomate d’Italia con piste da sci e spazi per i giochi invernali adatti a grandi e piccini.

Le stesse località del Cadore ospitano strutture simili, ma sono molto meno conosciute: un esempio su tutte Nevelandia a Sappada.

Cadore turismo e opportunità nel tempo libero

E’ possibile organizzare e visitare questi straordinari e suggestivi luoghi in bicicletta o addirittura a piedi. Sono numerosissimi a percorrere la via ciclopedonale chiamata Lunga via Delle Dolomiti, che dalla stazione di Calalzo porta sino a Cortina d’Ampezzo, con la possibilità di arrivare a Dobbiaco e San Candido, proseguendo poi per l’Austria.

Lungo la strada si susseguono straordinari paesaggi che incantano migliaia di turisti provenienti da ogni angolo d’Italia e del mondo.

Ciascuno di questi borghi, che sia più tranquillo o più turistico, conserva una propria fiera dignità che lo hanno portato, nel corso dei secoli, a mantenere inalterati costumi e tradizioni che ancora oggi sopravvivono: gli antichi fienili, chiamati tabià, le abitazioni in legno, la cucina a base di polenta, l’ospitalità insolita per una popolazione di montagna…

La strada verso Cima Sappada e Misurina

Partendo sempre da Calalzo di Cadore ci dirigiamo questa volta nell’altra direzione, quella che ci porterà a visitare Cima Sappada e il Comelico. Oltrepassata la vicina Domegge di Cadore,  con le sue caratteristiche fontane e Chiese, si aprono numerosi borghi e piccole cittadine, quali Santo Stefano di Cadore, con i suoi numerosi prati ed aree gioco, Lozzo di Cadore, la stupenda Auronzo di Cadore, con il suo spettacolare lago a ridosso del centro urbano e costeggiando le famose Tre Cime di Lavaredo, si arriva a Misurina, al confine con l’Austria.

localita-del-cadore-auronzo

I laghi delle località di Centro Cadore, foto scattata ad Auronzo

Tappa da non perdere sono Sappada e Cima Sappada, che in ogni stagione regalano straordinari paesaggi dolomitici.

Cosa visitare nel Cadore

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio