Duomo di Belluno – La chiesa di San Martino

Il Duomo di Belluno svetta nel paesaggio della città grazie alla facciata imponente e al prezioso campanile. E’ qui che viene conservata la sacra spina di Belluno.

duomo-di-belluno-torrione

Duomo di Belluno

Informazioni

Storia della Basilica di San Martino

Architettura

La leggenda della Sacra Spina di Belluno

Il Campanile

Orari Messe Duomo di Belluno

Come raggiungere l’edificio

Dove dormire a Belluno

Cosa vedere nei dintorni

Guida di Belluno

Informazioni generali

Ci troviamo nel cuore del centro storico di Belluno, nella centralissima piazza Duomo. Attorno a noi bar, botteghe e maestosi palazzi gentilizi di tutte le epoche impreziosiscono una città davvero molto vivibile e a misura d’uomo. Su tutti questi storici monumenti, svetta per eleganza e maestosità la Cattedrale di Belluno, una delle chiese più antiche della città.

La storia del Duomo di Belluno

duomo-belluno

Duomo di Belluno con campanile – Foto Paolo Calicchio

La storia della Cattedrale di San Martino affonda le sue origini nel 548 d.C. quando il Vescovo della città ricevette l’ordine di realizzare un luogo di culto per San Martino.

Dopo la sua iniziale impostazione, il Duomo di Belluno fu più volte trasformato, tanto da stravolgere completamente l’assetto principale. Addirittura nelle immediate vicinanze è stato ritrovato e fotografato un antico cimitero.

Nel XVI secolo la Cattedrale subì degli importanti lavori, come l’aggiunta di un coro, innalzato su un torrione rinforzato sulle vecchie mure della città.

Ancora oggi, costeggiando il centro storico del capoluogo è possibile ammirare l’imponenza di questa antica e alta parete.

Le finestre in stile gotico e il gotico veneziano

A Belluno, dell’epoca gotica medievale sono rimaste poche testimonianze e molti rimaneggiamenti. Sono soprattutto le finestre il segno più tangibile del gotico veneziano e le più antiche di queste sono sicuramente le due grandi aperture che si trovano ai lati dell’ingresso centrale del Duomo di Belluno.

duomo-di-belluno-particolari

Particolari della facciata del Duomo di Belluno – Foto di Paolo Calicchio

Esse sono formate da una doppia bifora con decorazioni a linee curve che si intrecciano con trafori per formare eleganti motivi geometrici, caratteristici dell’arte gotica d’oltralpe. Nella parte alta della bifora si trovano gli stessi motivi decorativi della finestra della Chiesa di Regensburg in Germania.

Il Rosone del Duomo di Belluno

Il Rosone del Duomo di Belluno domina la facciata principale e presenta le stesse caratteristiche rifiniture della finestra gotica. Probabilmente quest’opera è stata realizzata nel XVI secolo. I due rosoni laterali che affiancano quello principale sono stati sicuramente aperti e rifiniti in epoca successiva, probabilmente tra il seicento e settecento.

Gli elementi architettonici più importanti

Il portale principale è di impostazione rinascimentale, anche ulteriori modifiche ne hanno mutato l’aspetto iniziale. I due ingressi laterali invece mantengono la classica impostazione seicentesca con timpano spezzato.

La facciata della Cattedrale presenta oggi elementi di epoca diversa: divisa in tre diverse parti, la parte centrale termina con un timpano aggettante e il fregio della trabeazione è sostenuto da mensole in mattoni a lunghezze alterne.

duomo-belluno-interno

Interno del Duomo di Belluno – Foto di Paolo Calicchio

Curiosità sul Duomo di Belluno

La Chiesa di San Martino è detta anche Basilica Minore in seguito alla visita, nell’agosto del 1979 di Papa Giovanni Paolo II. Il nuovo pontefice fu informato della presenza, nel Duomo di Belluno, di una preziosissima reliquia: 1 spina della corona di Gesù. Da allora la Cattedrale assunse il titolo di Basilica Minore.

La reliquia è ancora oggi conservata nel reliquiario della Basilica ed al pubblico in occasione di importanti eventi cittadini. E’ esposto comunque sempre un quadro con una sua fotografia all’interno della Chiesa.

Il Campanile del Duomo di Belluno

campanile-duomo-belluno

Il Campanile visto dal centro storico – Foto di Paolo Calicchio

Il Campanile della Cattedrale è forse l’unico edificio realmente barocco della città. La popolazione ha sempre evitato inutili decorazioni, prediligendo il grande impatto paesaggistico dato dalla presenza del fiume Piave e delle Dolomiti sullo sfondo.

Il progetto del Campanile venne firmato personalmente da Filippo Juvarra, architetto che impreziosì Torino con monumentali opere come la Basilica di Superga e la Reggia di Venaria. L’opera venne ultimata nel 1743 anche se l’architetto non venne mai a Belluno, ma rielaborò il progetto iniziale del Duomo di Torino.

Furono le maestranze locali ad intervenire in maniera perfetta quando si dovevano apportare delle modifiche pratiche al progetto di Juvarra. Alcuni elementi, come la maggiore altezza della cella campanaria, la guglia a forma di cipolla, resero questo progetto una delle opere più equilibrate di tutta l’architettura barocca.

La base è formata da uno zoccolo a forma di tronco di piramide con un bugnato di pietre di diversa lunghezza. Il motivo a forma di riquadro a cornice aumenta il senso ascensionale del progetto. L’attico è circondato alla base da un balcone e da una serie di colonne intervallate da robusti pilastri; su questo si inserisce la guglia a forma di cipolla con copertura in rame.

Al culmine il prezioso angelo, che ricorda molto quello sulla piccola chiesa di Borca di Cadore, che impreziosisce ulteriormente l’opera e regala scatti fotografici sensazionali a chi decide di visitare questa straordinaria città del nord Italia.

Come raggiungere l’edificio

Per raggiungere la Cattedrale di San Martino è possibile servirsi del parcheggio interrato Lambioi che porta al centro storico attraverso una comoda scala mobile. Essendo in posizione centrale è possibile percorrere a piedi l’intero centro storico, spesso anche chiuso al traffico.

Duomo di Belluno Orari delle Messe

Le celebrazioni sono aperte agli abitanti di Belluno e ai visitatori nei seguenti orari:

Orario Festivo: 7.00 – 8.00 – 9.00 – 10.00 (in latino) – 11.20 – 18.30

Orario Feriale: 7.00 – 18.30

Cosa vedere nei dintorni

Belluno è ricchissima di monumenti. Già solo in piazza Duomo consigliamo di visitare il Palazzo dei Rettori con la caratteristiche torre con orologio con i segni zodiacali – una delle attrazioni più fotografate di Belluno – e il Palazzo dei Vescovi con la splendida torre civica. Per altri consigli e curiosità ti rimandiamo all’articolo su Cosa vedere a Belluno.

Guida di Belluno

cosa-vedere-a-belluno

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio