Il Duomo di Amalfi

Il Duomo di Amalfi rappresenta uno dei simboli di quello che i paesi della Costiera Amalfitana e la Provincia di Salerno offrono per la storia e la cultura di un intero territorio.

duomo-di-amalfi-a

Il prospetto frontale del Duomo di Amalfi, conosciuto anche come Cattedrale di Sant’Andrea Amalfi

Il Duomo di Amalfi è il monumento della Costiera Amalfitana più conosciuto nel mondo, meta turistica fondamentale per chi vuole intraprendere gli itinerari storico – artistici offerti in tutta la provincia.

Una passeggiata in centro alla scoperta della Cattedrale di Sant’Andrea Amalfi

E’ possibile avventurarsi per le stradine di Amalfi percorrendo una suggestiva scalinata dalla quale è possibile ammirare uno straordinario panorama del Golfo di Salerno fino a perdersi tra le colline e le visitare il Cilento.

Da qui si può osservare il mosaico, ricco di forme e luminosi colori, che ricopre la facciata del Duomo di Amalfi e che rappresenta Cristo in trono in mezzo agli Evangelisti.

duomo-di-amalfi-b

Duomo di Amalfi interni – una passeggiata nell’architettura sacra della costiera

Duomo di Amalfi – Storia e struttura

Il Duomo di Amalfi ha uno splendido campanile romanico, terminato nel 1276, rivestito di maioliche a mosaico e restaurato nel 1929, uno stile ripreso anche grazie all’uso delle famose ceramiche di Vietri. Oltrepassando il portico, si trova la porta d’ingresso al Duomo di Amalfi, in bronzo, proveniente da Costantinopoli quale dono di un patrizio amalfitano.

L’interno del Duomo di Amalfi con il soffitto a cassettoni, è contraddistinto da una navata centrale, caratterizzata dal grande Crocefisso Ligneo del XIII sec.; in alto invece, sull’altare, si può osservare la tela del Martirio di S. Andrea mentre due maestose colonne di granito egiziano sostengono l’arco trionfale.

Nella navata sinistra della Cattedrale di Sant’Andrea Amalfi vi è la Croce di Madreperla, portata dalla Terra Santa da Mons. Marini, di fianco il Battistero in porfido rosso egiziano mentre sulla porta si nota una grande tela raffigurante S. Andrea e S. Matteo.

duomo-di-amalfi-c

La Cattedrale di Sant’Andrea Amalfi vista dalla piazza

Duomo di Amalfi – Chiostro del Paradiso e la Cripta

Proseguendo la visita, si può ammirare l’elemento più antico del Duomo di Amalfi che è certamente la Basilica del SS. Crocifisso, edificata prima dell’anno 833, accanto alla quale, nel 987, sorse l’attuale Cattedrale.

Ultimo in ordine di tempo il Chiostro del Paradiso, edificato tra il 1266 e il 1268, di stile arabo e decorato con archi intrecciati, era destinato a cimitero dei nobili amalfitani.

duomo-di-amalfi-d

Il Chiostro del Duomo di Amalfi

Preziosissima è poi la magnifica Cripta del Duomo di Amalfi, dove è custodito il corpo di S. Andrea, il primo discepolo di Gesù e Santo protettore di Amalfi, le cui spoglie giunsero nella Campania nel 1208, portate dall’Oriente nel corso della quarta crociata. La Cripta del Duomo di Amalfi si presenta oggi nella forma barocca datata nel 1600 con scene della Passione di Gesù, incastonate fra ricche ed eleganti decorazioni a stucco.

duomo-di-amalfi-f

Una vista sul Duomo di Amalfi

Visitare Amalfi e la Costiera Amalfitana significa anche conoscerne la storia del territorio e dei suoi abitanti. Il Duomo di Amalfi racchiude in sé tanti di questi di aspetti tutti da scoprire…

Foto di Jimmy Harris | exile in suburbia | John Johnston | Amphipolis | Will Clayton

Daniele Calabrese

Studiando Comunicazione a Salerno e a Roma, promuove per passione il turismo e la cultura del proprio territorio. Ama scoprire nuove realtà, culture e paesaggi. Si impegna come autore free-lance a far conoscere eventi e bellezze naturali della provincia di Salerno.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio