Domegge di Cadore

Domegge di Cadore è un piccolo borgo a circa 800 metri sul livello del mare della provincia di Belluno. Incastonato tra le straordinarie Dolomiti venete, il paese dischiude al suo interno straordinari tesori architettonici.

Domegge-di-cadore-a

Paesaggi dolomitici da Pieve di Cadore. In lontananza il comune di Domegge di Cadore

Proseguiamo a fare zapping tra le località del Cadore e le sue caratteristiche valli, un tour che ci porta oggi alla scoperta di un piccolo ma interessante comune tra le Dolomiti Venete: stiamo parlando di Domegge di Cadore.

Siamo sulle sponde del Lago di Cadore, in paese che conta meno di tremila abitanti che, tuttavia, conservano e tutelano un patrimonio architettonico e tra paesaggi dolomitici estremamente suggestivi.

domegge-di-cadore-d

La Chiesa della Madonne delle Grazie alla Molinà – Domegge di Cadore

Le chiese di Domegge di Cadore

Caratteristica è la presenza di numerose piccole chiese nel territorio comunale. Una delle più suggestive è la Chiesa delle Grazie alla Molinà, una vera e propria sfida architettonica alla natura. Risalente al 1500 la sua posizione è davvero singolare con una cripta sospesa nel vuoto.

Passeggiando lungo la strada principale di Domegge di Cadore, ci si imbatte nell’altrettanto piccola Chiesa di San Rocco, risalente addirittura al 1400, edificata accanto a quella che all’epoca era un ospizio per poveri e viandanti. La Chiesa di San Rocco di Cadore fu realizzata con lastroni in pietra e un meraviglioso altere in legno, intagliato e dorato.

Cosa vedere a Domegge di Cadore

Nella bella stagione consigliamo certamente una passeggiata attorno allo stupendo Lago Centro di Cadore, con la possibilità di vedere da lontano l’arroccata Calalzo di Cadore e la strada che porta alla più nota e popolosa Pieve di Cadore

Vallesella-Domegge-di-Cadore

La frazione di Vallesella, Domegge di Cadore

I sentieri naturalistici sono numerosi, alcuni dei quali portano verso la piccola frazione di Grea, un luogo amèno dove è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato su tutte le località del Cadore.

domegge-di-cadore-c

Il campanile della principale chiesa di Domegge di Cadore

Nei mesi più freddi, quando magari la neve ricopre i prati e i percorsi dove fare trekking sulle Dolomiti, è possibile visitare le antiche dimore in legno, ben conservate e assolutamente caratteristiche. Qui, durante il periodo natalizio, accanto alle armoniche cataste in legno vengono allestiti piccoli presepi.

Antichi iscrizioni o affreschi esterni alle abitazioni delineano una passeggiata per Domegge di Cadore che ci porta a scoprire tesori gelosamente custoditi dalla comunità locale. Le guglie delle Chiese di Domegge disegnano nel cielo geometrie completate dalle vette più alte: Marmarole, Spalti di Toro e Monfalconi fanno da cornice per questi straordinari scenari.

Spostandoci verso il centro urbano non possiamo che fermarci ad ammirare il paesaggio innevato in cui regna solo la pace. Non c’è smog, non c’è il caos delle grandi città. Siamo nel mese di gennaio e qui il ritmo è ancora stabilito dal generale inverno. Tra qualche mese, con la primavera, Domegge di Cadore sarà un’esplosione di verde.

Vallesella-domegge-di-cadore-b

Un cavallo pascola tranquillo sui prati di Vallesella, Domegge di Cadore

Per ora restiamo a contemplare il paesaggio rispettando il sonno di questa natura dolcemente addormentata. Oltre al colore della neve, nessun altro colore ci è necessario in quest’estasi quasi mistica.

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio