Visitare il Cilento: tra spiagge e turismo lento

Se ci si chiede cosa vedere nel Cilento si potrebbe fare un elenco interminabile: le tantissime spiagge purissime, i mari dalle acque cristalline, i piccoli borghi, le tradizioni, il folklore e l’enogastronomia.

Entrando nei comuni di Eboli e Paestum, si attraversa una soglia immaginaria dove il paesaggio cambia, le tradizioni diventano radicate e il tempo sembra scorrere più lento: stiamo per visitare il Cilento, la splendida terra dove la tua vacanza diventa un sogno.

cosa-vedere-nel-cilento-b

Cosa vedere nel Cilento? Partiamo dai Templi di Paestum 

Dove si trova il Cilento

mappa-del-cilento-cosa-vedere

Mappa del Cilento

Il parco del Cilento è formato da 50 comuni della Provincia di Salerno, per un territorio che da Eboli e dai templi di Paestum arriva fino ai confini della Basilicata.

E’ questa una terra dove le emozioni non finiscono mai: dalle assolate spiagge del Cilento ai piccoli borghi dell’entroterra, questo paradiso in terra comprende un’area estremamente vasta. Tutti gli abitanti cilentani hanno un’unica grande elemento in comune: l’amore per il proprio territorio verso cui sono profondamente legati. Con questa passione si porta avanti il turismo nel Cilento.

Non si tratta di una semplice vacanza al mare o tra i borghi: i paesi del Cilento rappresentano un’esperienza che modifica radicalmente la nostra vita, già dall’accoglienza e dalle bontà servite in tavola.

Cerca alberghi e agriturismi nel Cilento e confronta i prezzi

Idee su cosa vedere nel Cilento

A chiunque voglia visitare il Cilento, consigliamo di farlo vivendolo fino in fondo, assaporandone tradizioni, culture, folklore e prodotti tipiciuno stile di vita tipicamente mediterraneo dove il sole e la natura ancora predominano in felice simbiosi con millenarie architetture in pietra.

Le cose da vedere nel Cilento sono così numerose che probabilmente non basterebbe una vita intera per vivere pienamente la magnificenza di questo territorio.

I percorsi turistici che consigliamo sono riguardano sostanzialmente due zone del Cilento: quella costiera e la zona dell’entroterra. La Costa del Cilento è formata da spiagge e mari limpidi, che ogni anno conquistano l’ambitissima bandiera blu per la qualità delle acque. Borghi fondati da pescatori come Pisciotta o Castellabate, e straordinari paesaggi marini, come quelli che possono essere osservati da Punta Tresino, completano uno dei luoghi più belli d’Italia. borghi fondati da pescatori, come Pisciotta o Castellabate.

Come visitare il Cilento

i-piu-bei-borghi-d-italiaE’ possibile visitare il Cilento in camper, in bici, in treno o addirittura a piedi. La maggior parte dei comuni di questo splendido parco accolgono con favore i “viaggiatori lenti” e ogni trattoria e agriturismo ha sempre un occhio di riguardo per i viaggiatori “sostenibili”.

E’ vero che molti dei più bei borghi del Cilento, come Roscigno Vecchia o Montesano sulla Marcellana, sono collinari e in bici richiedono un bello sforzo, ma anche raggiungendoli in automobile, consigliamo una piacevole passeggiata. Solo così è possibile realmente visitare il Cilento in quelle sue caratteristiche che lo rendono unico al mondo.

 attraversando le meravigliose spiagge della costa del Cilento o gli spettacolari Monti Alburni, ricchi di piccoli borghi e caratteristici borghi come Sicignano degli Alburni, Petina o Auletta con il suo ricco patrimonio speleologico.

Monumenti e arte da vedere nel Cilento

Il Cilento e il Vallo di Diano ospitano antichi beni storici ed architettonici, come la Certosa di Padula il Castello di Teggiano che affascinano centinaia di migliaia di visitatori. Numerosi personaggi storici si sono soffermati in questo angolo di paradiso, considerato da tutti come uno dei luoghi più belli d’Italia:

Piccole grotte ora ci fanno compagnia. I cavalloni penetrando in quegli occhi bui, disturbano le pietre, muovendo un rumore d’antiche ossa. Non ho mai visto acqua di pari trasparenza a quella che scopro avvicinandomi.

G. Ungaretti. “Il Deserto e dopo”, Mondadori 1961

cosa-vedere-nel-cilento-c

Cosa vedere nel Cilento? Un tramonto ripreso da Castellabate.

Le oasi naturali da vedere nel Cilento

Il Parco del Cilento oltre a straordinari capolavori artistici ed architettonici conserva gli spazi verdi più incontaminati e suggestivi d’Italia. Riconosciuto nel 1998 come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, il territorio ospita numerose oasi e riserve naturalistiche da percorrere a piedi o in bicicletta.

Fiumi come il Sele e il Tanagro preservano habitat naturali straordinari in cui trovano riparo numerose rare specie animali, come la lontra e il lupo. Le Oasi di Persano e del Monte del Polveracchio sono solo alcune delle riserve in cui poter interagire con questi complessi sistemi naturali.

Unica pecca è che non esiste una mappatura completa dei sentieri e percorsi naturalistici a causa spesso del disinteresse degli enti pubblici. Tuttavia il CAI di Salerno dispone comunque di ottime mappe in scala 1:25.000 e 1:30.000.

Storia, archeologia e speleologia

L’area del Cilento è stata abitata sin da tempi antichissimi. Popolazioni e culture diverse, a partire da quella greca, fondatrice della colonia chiamata Magna Grecia, si sono insediate in questo angolo di Paradiso, lasciando tracce inconfondibili della loro presenza. Dalle stradine di Caggiano percorse dai templari agli splendidi castelli medievali, come quello di Sicignano degli Alburnisul territorio ci sono tantissime opportunità per visitare il Cilento e le sue preziose testimonianze storiche.

Da vedere nel Cilento sicuramente il vasto numero di grotte naturali, dalla Grotta dell’Angelo di Auletta-Pertosa alle Grotte di Castelcivita, sino alla meno nota Grotta azzurra di Palinuro.

I prodotti del Cilento tra tradizione e gusto

Secolari sono le lavorazioni casearie locali: accanto alla famosa ed originale Mozzarella di Bufala di Battipaglia (e della Piana del Sele) sono prodotti squisite cacioricotte caprine e formaggi vaccini, specialmente nelle zone più interne. Famoso è il carciofo di Paestum, il fico bianco del Cilento, il fagiolo di Controne e il cece di Cicerale, le castagne dei Monti Alburni…

Altri spunti per visitare il Cilento

Un libro per saperne di più…

cosa-vedere-nel-cilento-vallo-di-diano

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio