Cosa vedere a Sappada

Oggi vi proponiamo cosa vedere a Sappada: le attrazioni più rinomate e sconosciute all’interno del piccolo borgo al confine tra Veneto, Fiuli ed Austria.

cosa-fare-a-sappada-nevelandia

La città di Sappada vista da Nevelandia durante la stagione invernale

Il comune di Sappada si estende su un territorio molto vasto e presenta caratteristiche estremamente differenti a seconda della stagione in cui si decide visitarla. Ecco perché abbiamo deciso di presentarvi i due volti di Sappada: ci concentreremo difatti sulla vocazione invernale del territorio e parleremo delle possibilità di turismo a Sappada durante le stagioni più calde.

cosa-vedere-a-sappada-a

I verdi prati della valle di Sappada durante la stagione estiva

Cosa vedere a Sappada d’inverno

Siamo sulle Dolomiti, a 1.217 metri sul livello del mare: la vocazione invernale di questo territorio è fuori discussione. Da novembre il paesaggio si imbianca e nuovi sorprendenti paesaggi dolomitici emozionano i numerosi turisti che affollano le strade di Sappada, un comune che ha saputo sfruttare in maniera eccellente la domanda di attività e sport invernali.

cosa-fare-a-sappada-b

Sappada vista dalle collinette di Nevelandia

Oltre alle tante piccole attività che costellano il centro di Sappada, l’attrattiva più forte è senza dubbio Nevelandia, il paradiso degli sport invernali, il parco giochi dedicato alla neve più grande d’Italia. Bob, slittini, piste da sci e tanta animazione rendono Sappada emozionante per grandi e piccini che invadono numerosi le stradine cittadine.

Noi, come sempre, scegliamo la strada del turismo itinerante, e vi consigliamo ulteriori destinazioni. Per chi ama divertirsi sulla neve, ma predilige scenari altrettanto suggestivi, ma meno frequentati, consigliamo la più piccola Cima Sappada, distante 20 minuti a piedi o 5 minuti con la corriera Dolomitibus.

cosa-fare-a-sappada-borgate

Le borgate di Sappada sono straordinariamente suggestive in inverno…

Nella caratteristiche borgate di Sappada, d’inverno ancora più suggestive perché completamente imbiancate dalla neve, vengono allestiti dei piccoli e speciali presepi. Consigliamo assolutamente di visitarli: nelle piccole cappelle ed edicole, risuonano i classici della musica natalizia con splendidi presepi e immagini votive: perché non sedersi, riposare e lasciarsi travolgere dalle emozioni…

Cosa vedere a Sappada d’estate

Quando le nevi si sciolgono, Sappada mostra il suo lato verde. A Nevelandia fanno posto dei campi di golf, il turismo di massa sparisce e restano quel turismo fatto di camminate, percorsi e sentieri.

cosa-vedere-a-sappada-c

Fiori e tanto verde nella valle di Sappada durante la stagione più calda

Le abitazioni sono decorate con coloratissimi fiori e nuove straordinarie possibilità si aprono per tutti gli appassionati di trekking e nordic walking.

Alberi e natura selvaggia, cime che troneggiano da secoli su valli dall’immutata bellezza. Sappada si pone in uno scenario dolomitico come perla rara con straordinarie e scenografiche vedute.

I musei del comune di Sappada, inoltre, mirano a valorizzare l’identità storica e culturale di un borgo antico e da sempre orgoglioso del proprio territorio. I tre musei da visitare sono:

Proprio dietro il primo di questi musei, si apre un breve sentiero che porta ad ammirare delle splendide cascate. Sono meno di 5 minuti a piedi e ne vale certamente la pena!

Cosa vedere a Sappada e dintorni

Grazie ai numerosissimi sentieri che costellano l’area, è possibile avventurarsi in itinerari naturalistici straordinari, segnati tutti dal CAI, attraverso i quali è possibile ammirare bellezze e paesaggi dolomitici straordinari.

cosa-vedere-a-sappada-d

Il ponte che va verso il Piccolo Museo della Grande Guerra e le Borgate di Sappada

Dai bellissimi laghi d’Olbe (sentieri n.135) al più impegnativo passo Oberenghe (sentieri n. 314, 2.031 m.), dal rifugio Calvi (2.164 m.) al più breve Passo del Mulo (sentiero n.135 ) qui troverete tutte le indicazioni sui sentieri di Sappada.

Un libro per saperne di più…

cosa-vedere-a-sappada-carnevale

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio