Comune di Montecorvino Rovella – il borgo storico Ferrari

Comune-di-Montecorvino-Rovella-Monti-Picentini

Il comune di Montecorvino Rovella è uno dei più antichi e caratteristici paesi della provincia di Salerno. Dietro il moderno centro urbano si nascondono capolavori di un’architettura rurale e patrizia dal valore inestimabile.

ferrari-montecorvino-rovella

Il borgo Ferrari di Montecorvino Rovella dall’alto

Distante poco meno di 30 km da Salerno, il comune di Montecorvino Rovella sorge ai piedi del Monte Nebulano e, con i suoi 295 metri di quota sul livello del mare, rappresenta la porta che va verso Acerno e i Monti Picentini.

La storia del comune di Montecorvino Rovella in pillole

Le prime tracce di insediamenti umani sono antichissime, risalenti addirittura al Neolitico (VIII millennio a.C.) in cui primi abitanti stabilivano rotte commerciali con le più fiorenti civiltà micenee e della Grecia classica.

Gli abitanti del comune di Montecorvino Rovella si sono storicamente distinti per essere un popolo orgoglioso e combattivo. Furono i Romani a stanziare in queste zone, tra l’antica Posidonia – l’attuale Paestum – e l’area del Sarno, un popolo sconfitto sulle sponde del mar Adriatico: i piceni.

La loro città venne chiamata Picenza e gli abitanti chiamati Picentini, per distinguerli dai Piceni rimasti nella fascia adriatica della penisola. Un popolo di “nobili” origini che mai si arrese alla dominazione romana, organizzando addirittura due rivolte. In una di queste scelsero un alleato illustre: il famoso cartaginese Annibale. Questi tentativi furono duramente puniti più volte: la città venne completamente rasa al suolo in ben due circostanze.

comune-di-montecorvino-rovella-d

Il piano terra di una piccola casa in legno!

Informazioni sul comune di Montecorvino Rovella

Il nome del comune di Montecorvino Rovella deriva probabilmente dalla presenza di corvi sulle cime del monte Nebulano, tanto che lo stemma civico del comune si rifà a questa ipotesi.

Oltre al più moderno centro urbano, il comune di Montecorvino Rovella conserva diversi luoghi di interesse da visitare: dall’osservatorio astronomico ai sentieri naturalistici, dai paesaggi – che spaziano dalla visitare il Cilento a quella Amalfitana – agli antichi borghi storici che costellano i margini del centro residenziale.

Comune di Montecorvino Rovella – il borgo storico Ferrari

Proprio a ridosso del centro del Comune di Montecorvino Rovella sorge un piccolo borgo storico, la frazione Ferrari. Sorprendono le tante testimonianze di uno stile eclettico che spazia dall’architettura rurale di antiche cascine e masserie, a stemmi ed effigi che si trovano nascoste nei portoni in pietra.

comune-di-montecorvino-rovella-ferrari-a

Il Borgo Ferrari – Comune di Montecorvino Rovella

Niente traffico, niente caos, le stradine sono piccole e non c’è spazio per le automobili. Si procede a piedi con la suggestiva cornice dei Monti Picentini. Frazione Ferrari del Comune di Montecorvino Rovella è una continua sorpresa: antiche cappelle con quadri, come la Madonna di Costantinopoli.

comune-di-montecorvino-rovella-ferrari-b

Piccola chiesa nel Borgo Ferrari di Montecorvino Rovella

Peccato che molti degli edifici siano abbandonati e restino cadenti in attesa di un recupero conservativo che potrebbe creare un centro storico da far invidia ai più famosi borghi medievali del Cilento e Vallo di Diano. Certo è che chi ha rigenerato queste antiche abitazioni del Comune di Montecorvino Rovella si è assicurato, con una piccola spesa, un patrimonio storico e architettonico inestimabile.

Ma forse è anche questo che rende l’atmosfera più suggestiva, il silenzio, la pace e la tranquillità interrotta ogni tanto solo da qualche anziano signore che, saggiamente, conduce ancora un’esistenza serena e lontana dai ritmi compulsivi imposti dalla grande città.

Foto di Paolo Calicchio

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio