Complesso Santa Sofia Salerno – tra architetture ed eventi

Il complesso Santa Sofia Salerno è un edificio del X sec. sito a piazza Abate Conforti, in prossimità del Duomo di Salerno. Mostre, eventi e tanto altro nel cuore del centro storico di Salerno.

complesso-santa-sofia-salerno-a

La facciata del Complesso Santa Sofia Salerno

Informazioni generali

Architettura

Storia

Come raggiungere

Cosa vedere nei dintorni

Dove dormire nei dintorni

Guida di Salerno


Informazioni generali

A pochi passi dal Duomo di San Matteo e in pieno centro storico di Salerno, il Complesso Santa Sofia Salerno è uno dei monumenti meno conosciuti che ancora oggi ospita mostre temporanee o convegni. Durante il periodo natalizio, il Complesso di Santa Sofia partecipa all’evento delle luminarie di Salerno Luci d’Artista, proponendo opere luminosi di vari artisti direttamente sulla propria facciata.

Il Complesso Santa Sofia Salerno – l’architettura

La caratteristica principale del Complesso Santa Sofia Salerno è senza dubbio la scalinata esterna, che si snoda in due grandi rampe di scale che avvolgono una rotonda centrale. La facciata è in stile neoclassico e la pianta della struttura presenta una forma rettangolare con cappelle laterali e un transetto. Il complesso è stato il primo convento di ordine benedettino, dedicato a santa Sofia.

Inizialmente convento maschile, poi diventò femminile e donato alle monache appartenenti alla stessa regola.

complesso-santa-sofia-salerno-c

Il Complesso di Santa Sofia Salerno illuminato per le luminarie di Natale

Complesso Santa Sofia Salerno – la storia

Nel corso degli anni, il Complesso Santa Sofia Salerno è stato affidato dapprima ai padri gesuiti perché si prendessero cura dell’educazione dei giovani, successivamente nel 1780 con il Papa Clemente XIV, è stato concesso ai Carmelitani. Durante il periodo della requisizione napoleonica, la struttura religiosa divenne sede del tribunale civile fino a quando nel 1940, si costruì il palazzo di giustizia e il complesso si trasformò in una scuola statale.

complesso-santa-sofia-salerno-d

Complesso S. Sofia – Eventi e mostre

Attualmente, dopo svariati anni di totale abbandono, l’edificio oltre ad essere stato restaurato, viene utilizzato per ospitare mostre, manifestazioni, eventi e convegni.

Come raggiungere il Complesso di Santa Sofia

Questo splendido monumento di Salerno può essere raggiunto superando la Cattedrale, a nord ovest sulla mappa di Piazza Abate Conforti.

Cosa vedere nei dintorni

La zona è ricca di interessanti spunti per vuole vedere Salerno nei suoi quartieri più caratteristici. Oltre alla Cattedrale, salendo verso via Trotula de Ruggiero i visitatori possono ammirare lo splendido Giardino della Minerva, da cui godere di una suggestiva vista sul golfo, o il Museo Roberto Papi che conserva preziosi strumenti e testimonianze della famosa Scuola Medica Salernitana. Proseguendo la salita ci si porta verso uno dei punti più panoramici di Salerno in via Salvatore da Renzi.

Dal Complesso di S. Sofia è possibile prendere subito a sinistra Via dei Canali e vedere non solo il Palazzo Fruscione, ma anche l’antichissimo Complesso di San Pietro a Corte.

Dormire nei dintorni

Proprio adiacente al Complesso di Santa Sofia è presente il B&B Santa Sofia, mentre in Via dei Canali, sulla sinistra abbiamo il B&B Il Nespolo. Per chi cerca una soluzione più caratteristica ed economica consigliamo l’antico Ostello Ave Grazia Plena, detto dai salernitani Ostello della Gioventù. Anche se deciderete di non dormire lì, vi consigliamo comunque di entrare, vale certamente una visita per le sue elaborate e preziose architetture.

Guida di Salerno

cosa-vedere-a-salerno-campania

Foto di Cittàdelbenessere.it

Manuela Cosentini

Nasce a Novara, si trasferisce in tenera età a Baronissi. E’ laureata in lettere classiche ed è una docente di latino e italiano. Tra i suoi hobby la lettura, la fotografia e il trekking.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio