Calalzo di Cadore, comune termale sulle Dolomiti

Il Calalzo di Cadore è un paese della provincia di Belluno di circa 2000 abitanti. Proprio a ridosso delle Dolomiti, a oltre 800 metri sul livello del mare.

calalzo-di-cadore-a

Vista di Calalzo di Cadore dalla stazione ferroviaria

Informazioni generali

Cosa vedere a Calalzo di Cadore

Le terme di Calalzo e il lago di Centro Cadore

Il centro storico

La chiesetta di San Giovanni

Curiosità

Cosa vedere nei dintorni

Dove dormire a Calalzo – B&B, Terme e Alberghi

Come raggiungere Calalzo di Cadore

La Guida del Cadore


“Informazioni generali

Calalzo di Cadore è molto probabilmente tra le più antiche località del Cadore: numerosi sono i reperti archeologici che lasciano presupporre l’esistenza addirittura 2500 anni fa di una civiltà paleoveneta con un proprio santuario.

calalzo-di-cadore-b

Uno scatto di fine autunno nel lago di Calalzo di Cadore

Questo piccolo paesino in provincia di Belluno si sviluppa in una felice posizione soleggata su un’area che dalla valle di Molinà porta fino alle sponde del Lago di Cadore. Così come la vicina Domegge e la più ampia Pieve di Cadore, grazie ai suoi straordinari paesaggi dolomitici, il comune di Calalzo di Cadore è stata una meta turistica già ai tempi della Serenissima Repubblica di Venezia: i patrizi veneziani fecero costruire numerosi edifici di gran pregio architettonico per godere dei suggestivi scenari naturali della zona.

calalzo-di-cadore-c

Alcune case di Calalzo di Cadore alle prime luci dell’alba

Cosa vedere a Calalzo di Cadore

Partendo dalla stazione ferroviaria di Calalzo di Cadore ci si trova nella parte più bassa del paese. Sulla sinistra abbiamo la strada che porta verso la ciclabile, verso destra si va verso la parte alta del paese, il centro storico.

Una della attrazioni più frequentate della zona e che richiama molti turisti è la pista ciclabile di Calalzo di Cadore, l’ex ferrovia delle Dolomiti trasformata oggi in uno dei più bei percorsi ciclo-pedonali che fa tappa tra le varie località del Cadore fino ad arrivare a San Candido e in Austria.

calalzo-di-cadore-ciclovia

Vista dalla pista ciclabile di Calalzo di Cadore sulle Marmarole

Merita senza dubbio una passeggiata nel centro storico, dove tipiche baite di montagna in legno allietano la vista dei visitatori che sanno godersi le alte cime delle Crode e delle più alte montagne del Cadore. Consigliamo la visita della Chiesetta della Madonna del Caravaggio, un capolavoro tra architettura e composizione paesaggistica. Sullo sfondo le bellissime Marmarole.

Superando il centro storico si apre il percorso vita, un sentiero tra i boschi dove d’estate poter prendere il sole e immergersi tra le fredde ma limpide acque del torrente Molinà. Ecco una descrizione più dettagliata di cosa vedere a Calalzo di Cadore.

L’area termale di Lagole: il lago di Cadore

Nella parte bassa di Calalzo di Cadore percorriamo assieme la Lunga Via delle Dolomiti che attraversa tutte le località di Cadore fino a superare anche Cortina d’Ampezzo. A ridosso di questa Ciclovia delle Dolomiti si estende magnifico il Lago di Cadore.

Questo specchio di acqua artificiale, situato tra il comuni cadorini di Pieve di Cadore e Lozzo di Cadore, è una straordinaria riserva per la flora e la fauna locale. Oltre infatti a regalare paesaggi straordinariamente suggestivi, nell’area boschiva è possibile incontrare esemplari liberi di fauna come lepri e caprioli.

calalzo-di-cadore-d

Tre piccoli caprioli incontrati alle spalle del centro di Calalzo di Cadore

Famosa sin dall’antichità, l’area di Lagole si compone di una fitta macchia boschiva in cui sorgenti purissime e ricche di sali minerali sono usate a scopi teraupetici.

Il centro storico di Calalzo di Cadore

Abbandonando la vecchia ferrovia verso la parte alta, si arriva a borgata Cadaria, ovvero Ca’ da Riva, il nucleo più antico di Calalzo di Cadore. L’aspetto della borgata, con edifici in muratura, splendide case in legno, è stato modificato dagli incendi del 1854 e del 1952. Nel raccolto centro storico si incontrano alcuni edifici di culto degni di nota.

La Chiesa di San Giovanni

E’ la più antica chiesa del Comune di Calalzo di Cadore. Risale a 1600 e ripropone un tardo gotico per una chiesa in pietra con tetto a rapido spiovente sorretto da mensole e catena in legno. L’altare in legno del XVII secolo è impreziosito una cornice lignea. Da notare gli straordinari paesaggi dolomitici in cui le Dolomiti Venete, così come in tutte le località del Cadore, restano protagoniste indiscusse in ogni nostro scatto fotografico.

calalzo-di-cadore-e

La chiesetta di San Giovanni di Calalzo di Cadore

Curiosità su Calalzo di Cadore

Nel XIX secolo, a causa della concorrenza dei paesi Austro-Ungarici, le attività economiche delle località del Cadore subivano una costante involuzione che portò a un forte fenomeno di emigrazione. La svolta si ebbe nel 1877 quando nacque la prima fabbrica di occhiali proprio nel comune di Calalzo di Cadore. Con gli anni sono sorte numerose occhialerie, alcune di queste artigianali e a conduzione familiare. I loro prodotti ancora oggi sono apprezzati in tutto il mondo.

Numerosi reperti storici e artigianali sono raccolti ed esposti al Museo dell’Occhiale a Pieve di Cadore.

Dove si trova e come raggiungere Calalzo di Cadore

E’ possibile raggiungere Calalzo di Cadore in automobile con la linea che da Belluno va verso il Comelico e poi l’Austria, oppure in treno, dato che è presente una piccola ma funzionale stazione ferroviaria, oppure in autobus. La linea Cortina Express prevede infatti collegamenti quotidiani con Venezia e Treviso

Cosa vedere nei dintorni

Ci sono tantissime passeggiate che vi consigliamo di fare se scegliete di trascorrere le vostre vacanze a Calalzo di Cadore. La prima e più semplice è quella che dal percorso vita porta sino a Rizzios, una piccola frazione molto caratteristica e fatta soltanto da baite in legno.

Da qui è possibile spostarsi verso Grea, una frazione del vicino comune di Domegge di Cadore. Da qui si dipartono numerosi sentieri che portano verso vari rifugi di montagna.

A tale proposito vi segnaliamo nei dintorni lo scenografico Rifugio Chiggiato, un rifugio alpino a 1.920 metri di altezza con una vista da togliere il fiato. Sono necessarie circa ore di camminata, all’andata quasi tutta in salita, ma ne vale decisamente la pena.

La guida del Cadore

calalzo-ciclabile-dolomiti

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

Altre storie e luoghi d'Italia

I nostri consigli di viaggio