Caggiano, il borgo dei Templari

Il comune di Caggiano, in provincia di Salerno, è uno dei più caratteristici borghi del Cilento. Arroccata su una roccia gode di uno straordinario panorama. Da non perdere, oltre alle tante abitazioni in pietra, lo splendido Castello di Caggiano.

panorama-caggiano

Panorama da Caggiano

Ci troviamo nel magnifico Parco Nazionale del Cilento e per chiunque si trovi a visitare Salerno e dintorni, Caggiano è una meta consigliatissima, per i suoi paesaggi collinari, per le sue storiche tradizioni enogastronimiche e soprattutto per l’ampio e caratteristico centro storico.

Dove si trova Caggiano?

Con meno di 3.000 abitanti, il comune di Caggiano si trova su un altopiano lucano che segna il confine tra Campania e Basilicata. Dopo Montesano sulla Marcellana, Caggiano è il comune più alto della Campania con i suoi 828 metri di altezza sul livello del mare.

Pillole di storia su Caggiano

Millenni di storia hanno lasciato tracce indelebili sin dalla preistoria. Vasellame, ornamenti e reperti vari fanno risalire l’origine del primo insediamento attorno all’VIII secolo a.C.

caggiano-nuova

Caggiano nuova, l’area all’esterno del centro storico

Secondo la leggenda, il nome del borgo deriva da Ursentum, una città distrutta addirittura durante la seconda guerra punica. Secoli di storia e di dominazioni straniere hanno poi modificato il nome in Caggiano.

Sin dalle invasioni barbariche, questo piccolo borgo del Cilento era molto ambito, tanto che subì saccheggi e distruzioni da Alarico e da Annibale. Una relativa pace si ebbe solo con la dominazione del Normanno Roberto il Guiscardo, signore di Salerno.

Il centro storico di Caggiano

Per chi giunge in questo borgo e si chieda cosa vedere a Caggiano, consigliamo una passeggiata nel caratteristico centro storico fatto di stradine e stretti vicoli che permettono di spostarci tra edifici che conservano ancora oggi l’antica forma medievale.

caggiano-palazzi-centro-storico

Un portale in pietra nel centro storico di Caggiano

Passeggiando per il centro storico di Caggiano, attirano l’attenzione del turista i numerosi portali in pietra, simbolo di antiche famiglie che hanno fatto la storia del borgo. Gli spessi portoni in pietra sono caratterizzati da battenti in ferro, qui chiamati truzzulatùr, che tradotto significa oggetti per bussare.

Secoli fa pellegrini e templari si fermavano in questo borgo e si spostavano lungo queste stradine prima di rimettersi in marcia verso il porto di Brindisi, in Puglia, e partire poi verso Gerusalemme.

Il Castello di Caggiano

castello-di-caggiano

Il Castello di Caggiano

Merita certamente una visita lo splendido Castello di Caggiano. Di impianto medievale fu realizzato dai longobardi per difendere il borgo dalle incursioni dei saraceni. Fu solo con la dominazione normanna che l’edificio fu molto fortificato e vennero realizzate le mura del borgo.

La cinta muraria risale infatti al VII secolo e, così come il Castello di Caggiano, si presenta in ottime condizioni ancora oggi.

Nel XVI secolo, fu proprio grazie a questo imponente sistema difensivo che la cittadina riuscì ad evitare l’attacco di Carlo V, un personaggio storico che abbiamo già incontrato nei nostri viaggi, in particolare a Sala Consilina. Per chi ancora non lo conosce, consigliamo di vedere le splendide foto della rievocazione storica di Carlo V ne la Terra de la Sala.

Cosa vedere a Caggiano?

chiesa-di-caggiano

Chiesa di Caggiano

Nel centro storico cittadino consigliamo di ammirare, oltre al Castello di Caggiano, anche le numerose chiese, preziose custodi di arte, architettura e storia locale.

La più importante è la Chiesa Madre del Santissimo Salvatore, con il suo splendido pulpito in legno e gli straordinari affreschi.

Consigliamo una visita inoltre nella Chiesa di Canta Caterina Vergine e Martire, che conserva sei affreschi di Nicola Peccheneda del XVIII secolo, e il Convento dei Padri Riformati, convertito poi in Archivio Storico Comunale in cui sono esposti i resti di un’antichissima necropoli.

Su un tempio dei Templari trova spazio infine la Villa di Gabriele Altilio, vescovo e poeta del 1400.

cartina-di-caggiano

La mappa di Caggiano e del suo centro storico

Dove dormire a Caggiano?

Cerca b&b e agriturismi nei dintorni. Confronta camere e prezzi.

Passeggiate e trekking a Caggiano

La più vicina escursione che consigliamo di provare è nella valle del fiume Melandro, dove alte pareti rocciose fanno da sfondo a una natura rigogliosa e selvaggia. Da non perdere le terme di acqua sulfurea, con le sue sorprendenti virtù curative e le Grotte dello Zachito e le sculture plasmate dalla natura nella roccia.

caggiano-centro-storico

Cosa vedere nel centro storico di Caggiano

Cosa vedere nei dintorni?

Caggiano si trova non molto distante dal borgo di Auletta e dalle magnifiche grotte di Pertosa, tappa obbligata per chi vuol davvero esplorare quest’area della provincia di SalernoPer gli amanti degli spazi verdi è imperdibile una passeggiata sui Monti Alburni, che si vedono proprio di fronte il centro storico di Caggiano, e i tanti piccoli borghi con tradizioni e piatti tipici straordinari. Bastano due soli esempi: le fragoline di Petina e le castagne di Sicignano degli Alburni.

Un libro per saperne di più…

cosa-vedere-nel-cilento

Ingegnere Civile, è un sostenitore della causa ambientale. Appassionato di fotografia e di turismo itinerante, ama percorrere sentieri e strade lontane dal turismo di massa, a piedi o con la fedele bicicletta Ridley.

I nostri consigli di viaggio